A come Atlante: Crete senesi

Le “Crete senesi” indicano una particolare area della Toscana collocata geograficamente poco a sud di Siena, che si caratterizza per conformazione argillosa del terreno, tale da far assumere connotazioni estremamente particolari al paesaggio

IMG_0233In una giornata di luce estiva in effetti il riverbero del sole sul’argilla è abbacinante e aggiunge sfumature davvero magiche al già generoso quadro che la Madrenatura dona a questa parte di mondo. IMG_0263Come se non bastasse, si insinuano in questa zona della Toscana, come gioielli o monili sul corpo di una bellissima donna, alcuni dei borghi medievali meglio conservati di tutta l’area.

IMG_0443

San Giovanni d’Asso, Casciano, Montisi, Montalcino coi suoi celebri vini, per non parlare della vicina Pienza nella limitrofa Val d’Orcia. In tal senso delle gemme seminascoste sono i castelli di Murlo e quello semi-abbandonato di Montelifrè

IMG_0251E rimaniamo in tema di luoghi abbandonati, anche se il termine in un contesto così armonioso, assume una connotazione più dolce anch’esso rispetto alla valenza che esso può avere in un contesto urbano ove il rimando è immediato a qualche casermone in calcestruzzo sbrecciato o altri simili obbrobri. Ecco, qui anche l’abbandono pare connotarsi di una sua intrinseca soavità e capita di poter alloggiare in un borgo medievale semi-abbandonato, riattato solo in parte con bellissime case in pietra e strade sterrate per giungervi. Parlo di Vallariano, minuscola frazione di Murlo, nel bel mezzo del Parco naturale del basso Merse

 

IMG_0231Poche persone davvero sono tornate a vivere qui dopo anni di abbandono si sono già dati una forma di micro-organizzazione

IMG_0227

la quale è anche essa distante anni luce dalle boriose statuizioni di condominio su tabelle millesimali su citofoni e portierato cui si è abituati in città: la prima determinazione degli abitanti della neonata polis di Vallariano è stata quella di dotare la città di 5 robusti gatti, in grado di mettere in fuga i topi dai granai, un po’ come nell’antico Egitto, ove questo animale fu per questo motivo addomesticato e ammesso nelle case degli uomini IMG_0406.JPGa capo della pentarchia di gatti guardiani, il simpatico Baffone, forse per via dei suoi lunghi mustacchi o forse così chiamato in omaggio ad un certo retrogusto sinistroide nostalgico di certi angoli di questa terra.  Ad ogni modo non sono solo i gatti e i topi a spartirsi le mura e gli anfratti di Vallariano….

Di sopra, eccovi rispettivamente tramonto e alba su Vallariano: nel lasso di tempo che va da uno all’altro, la Natura prende vita e vi renderà spettatori di un qualcosa intenso quasi ai livelli di un safari in un paese africano. Siamo in un parco naturale, quello del basso Merse,e con facilità impressionante per un paese europeo si accostano al paesino animali di varia stazza: caprioli, cinghiali, volpi, ricci, istrici. Ogni mattina un cervo bianco bellissimo ci salutava sotto là finestra mentre in lontananza si odono ululare persino i lupi.

IMG_0423

Direi che per due o tre giorni queste terre  ne regalano di emozioni, e spostandovi da un luogo all’altro vi parrà di nuotare in un mare giallastro che vi coccola e vi dona oblio. E poi, ragazzi, forse è vero quello che il regista James Ivory fa dire ad un suo personaggio nel bellissimo film “Camera con vista”, in questi luoghi ambientato: “nella campagna toscana vi è qualcosa che fa tendere naturalmente l’animo umano verso l’idillio”

image1

Ad ogni modo, anche se non siete mai stati ancora nelle Crete senesi, è probabile che non vi risulti del tutto sconosciuto questo paesaggio, giacchè da queste parti era solito passeggiare un tizio che sovente amava riprendere questi paesaggi come sfondi delle sue opere. Si, perché lui di mestiere faceva (anche) il pittore, era nato nella vicina Vinci e di nome faceva Leonardo….

IMG_0511

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...