Napoli violenta- part. 3: le oche del Campidoglio

Magari non avrò il lato B di una Belen, tuttavia la Madrenatura mi ha dotato di una certa sensibilità di pacca, in particolare di quella destra che in circostanze critiche sa svolgere funzioni analoghe a quelle delle oche del Campidoglio. Questi pennuti infatti, benché notoriamente poco dotati intellettivamente, col loro starnazzare riuscirono a segnalare ai romani dormienti la presenza degli invasori Galli ormai alle porte di Roma, mettendo in condizione i difensori di respingere l’incursione notturna. Così narra la leggenda, mentre la storia vera più probabilmente e’ diversa. Ad ogni modo torniamo per ora alla mia pacca- oca del Campidoglio che contraendosi e diventando tosta al momento giusto e’ riuscita a segnalarmi la mano furtiva di un lestofante che ambiva al mio portafogli in quel ricettacolo di tangheri e scampaforche che è il bus R2. In un gesto di pietas del tutto immotivato non mi sono messo tuttavia a urlare “al ladro, al ladro” o altro ma ho lasciato scappar via il ragazzino, e qui si intuisce chiaramente che quella delle oche del Campidoglio e’ solo una leggenda stronza: perché con ogni probabilità i Galli mica se ne scapparono per 4 oche fetenti che starnazzavano, anzi il loro re in persona Brenno pretese un tributo in oro, che venne esatto ( participio passato di esigere) con delle bilance truccate su cui appoggio’ la sua spada, il cui corrispettivo dovette essere appunto pagato dai romani in oro. A me la spada di Brenno e’ venuta a fare 44€ e dispari perché nella foga di salire sul bus e scansami il mariuolo, mi ero dimenticato di obliterare il biglietto… Ho provato ad addurre le mie ragioni e spiegare il mio dramma umano di vittima di un tentato furto con destrezza, il trauma che ne consegue per cui ero obnubilato e non ho obliterato ma niente, il controllore mi guardava come il prof a scuola a cui spieghi che hai dimenticato il quaderno a casa con tutti i compiti ed ecco come documentato sub allegato fotografico A sta bella sfogliatella. Insomma era destino che i soldi su quell R2 di merda oggi dovevano incularmeli per forza, tanto valeva lasciarli rubare al povero ladruncolo che aveva allungato la manella. Ad ogni buon conto, tra la manella e la sfogliatella, su sto bus mi avete sfrantecato la cappella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...